Intolleranze

Posso fare il test delle intolleranze?

Gli alimenti che creano disagio, in genere, possono essere facilmente individuati dalla semplice descrizione delle vostre abitudini alimentari ed è possibile individuare il menu adeguato. Gli alimenti possono essere reintrodotti gradualmente in un secondo tempo.

Se è già stato fatto un test precedentemente verranno valutati i risultati e deciso se è opportuno utilizzare queste informazioni.

Le linee guida proposte dai medici specialisti in allergologia, infatti sottolineano che i test attualmente disponibili non garantiscono risultati affidabili e non sono scientificamente validati, ad eccezione di quelli che permettono di diagnosticare celiachia o intolleranza al lattosio.

Sono intollerante al glutine, può aiutarmi?

Se il medico ha fatto una diagnosi di celiachia, posso preparare un regime alimentare adeguato. Se l'intolleranza è stata individuata da test di altro tipo, è opportuno consultare il medico curante per avere informazioni più precise in merito e fare un test riconosciuto dalla comunità scientifica. Per avere il riconoscimento del servizio sanitario e quindi le agevolazioni previste, relative ad alimenti ed analisi, la prassi diagnostica prevede passaggi definiti.

Sono intollerante al latte, cosa devo fare?

Se l'intolleranza è stata accertata dall'unico test riconosciuto scientificamente (Breath test) verrà proposta una dieta priva di lattosio.In tutti gli altri casi la dieta verrà concordata in relazione alla qualità e alla gravità del disagio che compare dopo l'assunzione di latticini.

 

dr.ssa Elisabetta Iafrate         Biologo Nutrizionista

via Santorre di Santarosa, 27  -  00071 Pomezia (Roma) 

ONB AA-035293     P. IVA: 07543801000

Iafratee@gmail.com           cell: 333 11 81 385